E’ uno dei laghi più conosciuti d’Italia, famoso per la sue dimensioni (è il secondo più grande dopo il lago di Garda) e per le sue bellissime isole. Parliamo del lago Maggiore, conosciuto anche come lago di Verbania che ha una superficie di 212 km² ed ospita, al suo interno, ben 11 isole: 8 appartengono al Piemonte, 2 alla Svizzera e soltanto una alla Lombardia.
Alcune delle isole del lago Maggiore sono raggruppate in due diversi arcipelaghi: quello delle isole Borromee e quello delle isole Brissago.

L’arcipelago delle isole Borromee è situato nell’omonimo golfo che si estende da Stresa fino a Verbania, sono situate quindi nella parte piemontese del lago.
Le isole Borromee sono raggiungibili grazie ai battelli della Navigazione Laghi e sono tre: l’isola Madre (la più estesa di tutto il lago), l’isola Bella e l’isola dei Pescatori. A completare l’arcipelago ci sono anche lo scoglio della Malghera (detto anche isolino degli innamorati) e l’isolino di San Giovanni (non visitabile), situato a pochi metri di distanza dalla riva di Pallanza.

L’isola Madre che, come detto, è la più estesa delle isole del lago Maggiore, è famosa per i suoi rigogliosi giardini inglesi e per il suo palazzo.
I giardini, dove vivono il libertà pavoni e pappagalli, si estendono su tutta la superficie dell’isola e consentono lunghe passeggiate attraverso viali ombreggiati, dove è possibile scoprire le numerose varietà di piante e fiori.
Il palazzo, invece, sorge sulla sponda meridionale dell’isola ed è possibile, al suo interno, ammirare i lussuosi arredi di casa Borromeo (porcellane, arazzi e letti a baldacchino), gli affreschi e la cappella di Famiglia.

L’isola Bella è invece caratterizzata da un giardino all’italiana sviluppato su terrazze poste a differenti altezze. L’Anfiteatro posto al centro dell’isola ha un grande impatto scenografico. Ma il visitatore, attraverso scalinate e viali ornati da statue e balaustre, può raggiungere la terrazza più alta da dove è possibile godere di una vista mozzafiato su tutto il lago Maggiore.
Ma anche l’isola Bella è impreziosita da una palazzo in stile barocco, al cui interno è possibile ammirare marmi, statue e arazzi di oro e seta.
Entrambe le isole sono visitabili a partire dal 23 marzo fino al 21 ottobre, dalle ore 9:00 alle 17:30.

L’isola dei Pescatori, conosciuta anche come Superiore, è invece l’unica isola del lago Maggiore ad essere abitata tutto l’anno. Al centro dell’isola sorge, infatti, un piccolo borgo che ospita 35 persone che vivono di turismo e pesca.
Tra le attrazioni turistiche abbiamo i mercatini di prodotti artigianali, la Chiesa di San Vittore (con affreschi del ‘500 e l’altare del ‘600) e un lungo viale che conduce ad un belvedere alberato.

L’arcipelago delle isole di Brissago è invece situato nella parte svizzera del lago ed è costituito da due isole: l’isola di San Pancrazio e l’isola di Sant’Apollinare.
Completano l’arcipelago tre scogli denominati Castelli di Cannero e l’isola di Partegora, unica ad essere situata nel territorio lombardo.

L’isola di San Pancrazio, detta anche isola Grande, è la più estesa dell’arcipelago di Brissago ed ospita il Parco Botanico del Ticino.
L’isola di Sant’Apollinare, detta isola piccola, ospita una vegetazione spontanea lasciata allo stato naturale.
Nel corso dei secoli, l’isola di San Pancrazio, ha cambiato numerose volte proprietario. Attualmente è in comproprietà tra il Canton Ticino, la Lega Svizzera e i comuni di Brissago, Ascona e Ronco sopra Ascona.
Il famoso Parco Botanico del Ticino è caratterizzato dalla presenza di oltre 2000 specie tra piante e fiori. La vegetazione è sia d’origine mediterranea sia d’origine tropicale, proprio questa biodiversità crea scenari incantevoli.
La Villa Emden, situata sull’arcipelago di Brissago, è una costruzione degli anni 20 recentemente trasformata in un hotel, dotato di 10 camere con vista sul lago Maggiore