Se andassimo a osservare da vicino le caratteristiche costruttive di molti oggetti che utilizziamo ogni giorno, o che si trovano nelle nostre case e presso i luoghi in cui lavoriamo, ci accorgeremmo che esistono molti prodotti in cui sono presenti lamiere metalliche piegate come, tanto per fare un esempio, i rivestimenti di dispositivi tecnologici ed elettrodomestici.

Questi componenti sono ottenuti in genere a partire da fogli di metallo che si trovano allo stato piano e che vengono sottoposti a un’operazione di piegatura che ne altera in modo definitivo e permanente la forma, sino a raggiungere le caratteristiche finali desiderate.

Dettaglio di una pressa piegatrice

Sono le presse piegatrici i macchinari industriali deputati a queste lavorazioni, il cui lavoro consiste nell’applicare una notevole pressione al materiale di partenza sino a curvarlo al punto desiderato. Queste macchine prevedono l’impiego di utensili come i punzoni e le matrici, tra cui verrà “schiacciato” il materiale metallico e che sono responsabili diretti della sua conformazione finale.

Punzoni e matrici di presse piegatrici devono essere scelti con attenzione, valutando parametri quali:

  • Forma e dimensioni degli utensili;
  • Tolleranza meccanica di accoppiamento degli utensili;
  • Rettificazione;
  • Materiali di cui sono fatti e trattamenti per migliorarne la resistenza;
  • Facilità di montaggio e smontaggio.

Per approvvigionarsi di utensili di elevata precisione si potrà fare affidamento agli espert dii Carpana, azienda parmigiana dalla lunga esperienza nella fornitura di tutto l’occorrente per le presse piegatrici: visita il sito carpana.it per saperne di più.