In Italia ci sono numerose persone di età superiore ai settant’anni e, sebbene molte di loro abbiano la fortuna di condurre ancora una vita autonoma e in salute, ci sono anche anziani – soprattutto over 80 – che purtroppo non possono dirsi altrettanto fortunati. Attualmente nel nostro paese ce ne sono oltre 1,5 milioni (+50% nel giro di dieci anni), che entro il 2030 potrebbero diventare 2,1 milioni.

Col passare del tempo questi anziani spesso hanno un bisogno crescente di persone che diano loro una mano a cucinare, fare la spesa e pulire la casa; qualche volta, per aiutarli nelle loro incombenze quotidiane, le famiglie ricorrono alla preziosa figura della badante.

Attività in una casa di riposo

Le badanti possono rappresentare una vera e propria chiave di volta per la qualità di vita dell’anziano, ma non sempre si può fare ricorso a loro, ad esempio quando il soggetto in questione ha gravi problemi di autonomia oppure necessita di cure mediche e infermieristiche specializzate.

Per essere certi che a prendersi cura dei propri cari siano dei professionisti nell’ambito di una struttura qualificata la scelta migliore rimane in molti casi la casa di riposo. Fra Toscana ed Emilia Romagna se ne contano a decine e fra di esse in particolare si segnala Villa del Sole, casa di riposo in zona Roncobilaccio (Bologna) che sin dal 1998 si occupa con premura ed esperienza della terza età, sia nel caso di anziani non più autosufficienti che ancora autosufficienti.