Tra gli interventi di ristrutturazione per interni quelli che vengono eseguiti con maggiore frequenza sono la tinteggiatura delle pareti e la posa del pavimento; a volte è sufficiente davvero poco per rinnovare un ambiente e renderlo più accogliente. Tecnica con il rullo: si tratta della tecnica più utilizzata per la sua semplicità; richiede l’impiego di una struttura rotante di forma cilindrica ricoperta di spugna, che viene inserito su un’impugnatura in metallo o plastica. Permette di tinteggiare vaste aree di superfici in breve tempo e senza particolari difficoltà; pertanto è alla portata di tutti,anche di chi non ha mai dipinto la casa. Tecnica con la pennellessa: la pennellessa è uno strumento di medie dimensioni (da 10 a 15 centimetri) che consente di tinteggiare qualsiasi tipo di superficie ed anche di rifinire bordi ed angoli; è sempre consigliabile suddividere l’area da dipingere in quadrati di un metro quadrato per procedere in maniera graduale ed evitare vari problemi di schizzi o sbavature. Tecnica ad effetto spugnato: si tratta di una tinteggiatura mediante l’utilizzo di una spugna dalle dimensioni non superiori a 20 centimetri che, dopo essere stata immersa nella vernice, viene appoggiata delicatamente sulle varie parti della parete creandoun effetto variabile per immagini e tonalità cromatiche (tono su tono oppure contrasto). Tecnica patinata: questa tecnica richiede una certa manualità e […] \"Continua a leggere\"